Ichimoku Kinko Hyo – come si usa

25 giugno 2015

Signore e Signori “Ichimoku Kinko Hyo”

Oggi vi presentiamo un’ per il di origine giapponese (come si può facilmente evincere dal nome) che ha dell’incredibile e che, se usato nella maniera giusta, potrà darvi davvero tante belle soddisfazioni, ma facciamo un passo alla volta…

Ichimoku Kinko Hyo

Che cosè l’Ichimoku:

Il suo nome viene dal giapponese e significa “equilibrio grafico a colpo d’occhio”,  è un indicatore per il forex che oltre a indicare molto chiaramente la situazione del mercato e il trend in atto (se bullish o bearish) ci fornisce anche vari strumenti in grado di produrre segnali molto chiari e il più delle volte azzeccati indicandoci quando entrare e anche quando uscire da una posizione, fornisce livelli di supporto e resistenza dinamici molto validi ed essendo formato da vari strumenti offre una visione molto ampia e ben strutturata del mercato in un preciso istante.

equilibrio grafico a colpo d’occhio

Un po di storia:

L’ viene presentato al mondo per la prima volta nel 1968 dal suo creatore Goichi Hosoda (conosciuto anche col nome di Ichimoku Sanjin), un giornalista giapponese che dedicò più di vent’anni al suo sviluppo. Lo studio di questo indicatore cominciò prima della seconda guerra mondiale, Goichi Hosoda si servì di una equipe di studenti per studiare e mettere a punto questo fantastico strumento per il forex e, dato che a quei tempi non si poteva far affidamento sui moderni mezzi telematici, ci vollero più di 20 anni per arrivare ad elaborare la formula perfetta per l’indicatore ichimoku.

Goichi Hosoda

Come funziona l’Ichimoku Kinko Hyo:

L’Hichimoku è un indicatore formato da 5 elementi, 5 linee che vengono calcolate secondo vari parametri che poi vedremo nel dettaglio. Due di queste linee vengono unite a formare un unico oggetto chiamato (che in giapponese significa , o cloud in inglese). Quindi in totale abbiamo 4 indicatori grafici ognuno con un suo significato e una sua importanza, 3 di questi 4 elementi sono linee e uno è una specie di nuvola (o zona) delimitata da due linee.
Ogni linea ha una sua funzione e viene calcolata in maniera differente, abbiamo:

tenkan sen: detta anche “Turning Line” (ovvero “Linea di Inversione) e si calcola sommando il valore massimo e quello minimo del prezzo dei 9 periodi di tempo precedenti (le 9 candele precedenti) e poi dividendo il totale per 2. In questo modo si ottiene una media dei prezzi massimi e minimi ottenuti nei 9 periodi precedenti. La sua formula è:

Tenkan Sen = (max + min)/2 degli ultimi 9 periodi (timeframe).

Appare subito evidente che questo tipo di indicatore si discosta molto dalla SMA (Simple Moving Avarage) anche detta Media Mobile Semplice, dato che la media della Hichimoku non viene calcolata sulle chiusure precedenti ma sui massimi e minimi ottenuti. In questo modo, secondo il suo creatore Hosoda, si ottiene un maggiore “equilibrio” nei dati ottenuti.

La Tenkan Sen viene  in genere rappresentata da una linea rossa e può anche essere utilizzata come indicatore di supporto o resistenza, infatti, al contrario della SMA la Tenkan Sen è spesso più realistica dato che viene calcolata sui massimi e minimi e non solo sulle chiusure, dando quindi dati che più si avvicinano ad un supporto o una resistenza affidabile.

Un’altro indicazione importante fornita dalla Tenkan Sen è data dall’incidenza dei suoi angoli. In generale bisogna ricordare che più l’angolo è ampio e più forte sarà la forza del trend presente in quel momento.

Comunque il segnale più importante dato dalla linea Tenkan Sen è quello fornito al trader ogni volta che si incrocia con la linea  . Quando la Tenkan Sen si incrocia con la Kijun Sen andando verso l’alto il segnale sarà bullish, e se l’incrocio avviene al di sopra della nuvola (Kumo) allora il segnale sarà anche forte e quindi molto importante. Se invece l’incrocio avviene all’interno della nuvola avremo un segnale neutro, mentre se avviene al di sotto della nuvola avremo un segnale debole. Ovviamente se avremo a che fare con un’incrocio al ribasso allora varrà tutto il contrario, con un segnale forte se l’incrocio avviene al di sotto della nuvola e così via…

Kijun SenKijun Sen: anche detta “Standard Line” (Linea Standard) viene calcolata alla stessa maniera della Tenkan Sen, però in questo caso il periodo preso in considerazione è di 26 timeframe. La sua formula è:

Kijun Sen = (max + min)/2 degli ultimi 26 periodi (timeframe).

In genere viene rappresentata da una linea blu e avendo un’estensione di tempo maggiore è anche più affidabile della Tenkan Sen e offre un ottimo riferimento come supporto o resistenza. E’ una linea molto importante per l’ichimoku, ci offre molti spunti, specialmente quando le candele del cross la superano o le vanno sotto, stando ad indicare rispettivamente un sentimento bullish o bearish. Inoltre può essere un ottimo riferimento se usata come supporto, se ad esempio siamo entrati in posizione lunga (buy) sappiamo che dovremo uscire dalla posizione appena la linea del prezzo andrà a trapassare la linea Kijun Sen, se infatti non riesce a far rimbalzare il prezzo significa che ci troviamo in un momento di forte controtendenza e sarà bene uscire dalla nostra posizione di acquisto. Ma il riferimento maggiore e più importante lo si ha quando (come detto in precedenza) la linea della Tenkan Sen va a trafiggere la Kinjun Sen. Se la Tenkan trapassa la Kinjun dal basso verso l’alto il segnale è rialzista, al contrario avremo un segnale ribassista.
Ci tengo a ricordarvi che è di fondamentale importanza notare dove avviene l’incrocio, se questo avviene sopra la nube (Kumo) ed è un incrocio rialzista avremo un segnale FORTE, se avviene dentro la nube il segnale sarà NEUTRO, mentre se avviene sotto la nube il segnale sarà DEBOLE. Per un segnale ribassista vale tutto l’opposto.

Chikou SpanChikou Span: detta anche “Lagging Line” (Linea del ritardo in italiano), è una linea che rappresenta l’andamento attuale del prezzo ma che viene rappresentata sul grafico a distanza di 26 periodi indietro. La sua utilità sta nel darci un immediato raffronto tra la chiusura dei prezzi attuale e quella di 26 periodi indietro. In questo modo potremo immediatamente valutare una differenza di livello di prezzi e quindi riconoscere velocemente trend positivi, negativi o neutri.

Questo in genere è l’indicatore facente parte dell’Ichimoku che viene meno utilizzato, questo però è un errore che vi invito a non commettere. Ricordate che Goichi Hosoda ha impiegato più di 20 anni per sviluppare e rendere perfetto questo strumento, sarebbe quindi un grave sbaglio sottovalutarne una parte.

 

KumoKumo: che in italiano significa “Nube” è uno degli elementi fondamentali della Ichimoku, è formata da due linee (la Senkou Span A e la Senkou Span B) che ne delineano i due limiti estremi, quello alto e quello basso. La nuvola è un importantissimo indicatore ed essendo proiettata in avanti nel tempo ci da una visione della direzione che il mercato vuole prendere. Puo’ essere ribassista o rialzista e a seconda del caso cambia di colore (descrivendo così già a colpo d’occhio l’umore del mercato). Se la linea del prezzo la attraversa dal basso verso l’alto è un’indicazione di momento rialzista, mentre se la trapassa dall’alto verso il basso ci da un allarme ribassista. Spesso la nube può essere anche utilizzata come indicatore di supporti e resistenze, un indicatore dinamico e molto realistico… Se i prezzi si avvicinano alla nube possono facilmente venire “rimbalzati” o anche assorbiti… nel caso il prezzo entri nella nube ci da un primo allarme, quando poi il prezzo fuoriesce dall’altra parte della nube è il segnale chiaro e forte di entrata nel mercato… se esce dal basso entriamo short (sell), mentre se esce dall’alto entriamo long (buy).

 

Non penso sia questa la sede adatta a descrivere nel dettaglio le due linee che compongono la Kumo, complicheremmo inutilmente qualcosa che non ha certo bisogno di ulteriori complicazioni… In realtà non vi serve sapere in che modo ogni linea viene calcolata (se non vagamente) e dato che amo mantenere le cose semplici ed accessibili a tutti ho pensato che sarà meglio solamente accennare al modo in cui le due linee vengono formate… quindi eccovi le due formule matematiche per calcolarle:

Senkou Span A = (Tenkan Sen + Kijun Sen)/2, 26 periodi in avanti
Senkou Span B = (max + min)/2 dei 52 timeframe precedenti, 26 periodi in avanti

 

Questo è tutto per ciò che riguarda la Ichimoku Kinko Hyo, di cose da dire ce ne sarebbero ancora tantissime ma questa lezione è già risultata più lunga del previsto, quindi ci limiteremo a questo. Tutti i dati fondamentali e i concetti base sono stati affrontati, in un modo semplice e di facile comprensione per un libero accesso a tutti, esperti, meno esperti e neofiti.

Quello che dovrete fare adesso è di osservare i grafici con la hichimoku impostata e cercare di capire quando e come le cose hanno funzionato come stabilito… resterete stupiti nel vedere quante volte questo potentissimo strumento ha azzeccato pienamente le sue previsioni!

Buon Forex e Buoni Guadagni a Tutti!

Scrivi un commento

*