Il Trend rialzista e ribassista

10 giugno 2015

Esempio di

Quando si assiste ad un in rialzo ( rialzista) gli investitori stanno, ovviamente, acquistando la valuta in oggetto perchè convinti che lo scambio sia favorevole e che il mercato sia in salute. Tutto ciò porta ad un crescente aumento del valore dello scambio valutario e quindi ad un in rialzo o rialzista. Il sentimento “bullish” però non riesce quasi mai a mantenere il verso del in salita continua, si assistono infatti in genere a varie inversioni di tendenza, generalmente poi seguite da successive riprese. Queste momentanee inversioni sono provocate il più delle volte dalle “prese di profitto” (quando cioè gli investitori decidono di monetizzare la loro posizione e chiudono lo scambio con una vendita).

esempio di trend rialzista

Occasioni di guadagno

Le prese di profitto però non riescono quasi mai a far toccare il minimo precedente e prima che possa raggiungere il punto di partenza la linea riprende il suo cammino verso l’alto facendo registrare nuovi guadagni a chi è entrato nel nuovo minimo (cioè la base del primo ribasso) e a chi non è ancora uscito dalla posizione iniziale.

Quando si verificano queste correzioni momentanee molti investitori ne approfittano per ottenere rapidi guadagni tramite l’apertura di posizioni di acquisto. La loro speranza (spesso fondata) è di rivedere presto la linea del trend ristabilirsi verso l’alto.

 

Ovviamente quanto detto sopra è valido anche per quanto riguarda il trend ribassista, ma invertendo tutto il ragionamento dato che in caso di ribasso ci occuperemo di vendita (bearish). Le occasioni per entrare in posizione di vendita saranno date da quei momenti in cui la linea del trend subirà un’inflessione verso l’alto che il più delle volte preannuncerà una continuazione dell’andamento ribassista verso il basso.

esempio di trend ribassista

Scrivi un commento

*